Salame Cacciatore Italiano: un’eccellenza del nostro territorio

Nel 2021 performance in crescita con un incremento della produzione del 12,9%, segno che la certificazione DOP continua a premiare

Nel 2020, le restrizioni determinate dalla gestione della crisi sanitaria hanno avuto un forte impatto sull’industria alimentare, causando il calo dell’export e portando alla chiusura pressoché totale del canale Horeca e per lungo tempo dei banchi gastronomia nella GDO. Tuttavia, il maggior tempo trascorso tra le mura domestiche, lo smart working e l’impossibilità di accedere alla ristorazione hanno determinato un incremento della spesa alimentare del +7%, tra cui l’incremento nel consumo di salumi confezionati in vaschette o sotto forma di tranci. Secondo i dati di IRI, nel 2020 il mercato dei salumi ha visto nella distribuzione organizzata un incremento del +3,2% a volume e del +6,3% a valore e nel 2021 conferma l’andamento positivo per il comparto, con un aumento delle vendite del +4,7% a volume e del +4% a valore.

Dati produzione 2021 Salamini Italiani alla Cacciatora

Nel 2021 la categoria dei salamini ha mostrato un andamento positivo segnando un +5,3% a volume e un +5,3% a valore. In particolare, la produzione certificata dei Salamini Italiani alla Cacciatora DOP ha avuto un andamento positivo nonostante alcuni mesi in flessione, chiudendo l’anno con un incremento del +12,9% (4.485.096 Kg) rispetto al 2020, anno che a sua volta si era già chiuso positivamente rispetto a quello precedente con un incremento del +8,3%. Continua quindi la crescita di questa eccellenza italiana a cui i consumatori accordano sempre più la propria preferenza in quanto riconosciuto come salume di qualità superiore dal gusto inconfondibile.

Canali di distribuzione

Nel 2021, l’86,3% della DOP è stata distribuita nel canale moderno e il 13,6% nei restanti canali, tra cui l’Horeca, che recupera peso in termini percentuali rispetto all’anno precedente (+5%).

Export

I volumi anche per il 2021 sono in crescita con un 28% del prodotto venduto all’estero, una percentuale ormai consolidata negli ultimi anni. I principali Paesi esteri di destinazione del prodotto si riconfermano quelli dell’Unione Europea, Germania in primis, seguita da Belgio e Austria.

La divulgazione dei dati di produzione e vendita rientra nel programma “Enjoy the authentic Joy”, il progetto promozionale e informativo cofinanziato dall’Unione Europea e rivolto al mercato italiano e belga che unisce tre consorzi agroalimentari per la tutela dei salumi DOP e IGP. La campagna prevede la promozione delle seguenti eccellenze gastronomiche italiane: Mortadella Bologna IGP, Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, Zampone Modena IGP e Cotechino Modena IGP.

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

Le caratteristiche principali sono dettate dalla certificazione DOP: materie prime esclusivamente italiane – tagli nobili della carne di suino, sale, pepe, un pizzico d’aglio, mai speziature forti – impiegate rigorosamente secondo la ricetta tradizionale, che è quella dei salamini che i cacciatori portavano con sé nelle bisacce durante le loro battute di caccia. Il salame, alla fine della stagionatura di almeno 10 giorni, deve avere requisiti di aspetto, gusto e chimico-fisici ben definiti: pezzatura piccola (di solito sui 200 g fino a un massimo di 350 g), forma leggermente curva, consistenza compatta e non elastica. La fetta si presenta al taglio compatta e omogenea. Il colore è rubino uniforme, con granelli di grasso ben distribuiti, ed il gusto dolce e delicato, mai acido.

About Consorzio Cacciatore Italiano

Nato nel 2003 per proteggere e promuovere i Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, il Consorzio Cacciatore rappresenta oggi 23 aziende, che hanno un’etichettatura comune e uniforme (un tassello consortile di facile e d’immediata identificazione) per facilitare la riconoscibilità del prodotto. Il Consorzio può agire su tutta la filiera del prodotto Salamini Italiani alla Cacciatora DOP anche verso i soggetti non consorziati: dispone di poteri di vigilanza, necessari per contrastare abusi, imitazioni, atti di pirateria e contraffazione su tutto il territorio nazionale e non solo, ed è promotore di programmi per migliorare la qualità della produzione in termini di sicurezza igienico-sanitaria, caratteristiche chimiche, fisiche, organolettiche e nutrizionali del prodotto tutelato. Il riconoscimento del Consorzio da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – avvenuto nel 2005 – lo rende l’organo ufficialmente accreditato a svolgere le funzioni di informazione, tutela e valorizzazione dei Salamini Italiani alla Cacciatora DOP.

Per informazioni

Consorzio Cacciatore Italiano

Milanofiori – Strada 4 – Palazzo Q8

20089 Rozzano (Mi)

info@salamecacciatore.it

https://salamecacciatore.it/