Elena Walch: autentica e riconosciuta Regina del Gewürztraminer

Impegno e apprendimento continuo per valorizzare complessità e struttura, nel rispetto della natura, dei Gewürztraminer firmati Elena Walch      

Elena Walch (di cui vi avevamo già parlato in precedenti articoli) viene definita “la Regina dei Gewürztraminer”, soprannome che negli anni ha trovato conferma nei numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali ottenuti dai suoi Gewürztraminer per l’esperienza e la maestria nell’interpretare questo vitigno, selezionare le sue migliori parcelle e dar vita ad annate esemplari. Già nel 1997 il Gewur̈ ztraminer “Kastelaz” Alto Adige Doc Elena Walch ottenne per la prima volta i 3 bicchieri del Gambero Rosso, ai quali ne seguiranno molti altri.

Tramin (BZ) è noto per essere la patria del nobile vitigno autoctono dalla bacca incredibilmente aromatica (Gewürz significa spezia mentre Traminer ne indica il luogo di provenienza). Coltivato soprattutto in Alto-Adige, dove rappresenta la seconda varietà per importanza e presenza, le sue prime tracce risalgono al Medioevo e la sua presenza a Tramin sin dal 1214. In quello stesso anno il vescovo Friedrich von Wangen aveva concesso la costruzione di una cantina sulla cima dell´attuale Vigna Kastelaz per far maturare il vino. Al castelletto eretto sulla cima, detto “Castellaccio”, si deve il nome della tenuta.

Tramin, che si trova lungo la splendida Strada del Vino dell’Alto Adige, è la “culla” naturale del Gewürztraminer e, proprio qui, ha sede la cantina Elena Walch e parte dei vigneti. Sin dal suo esordio, l’arch. Elena Walch si è focalizzata su questo vitigno autoctono, a cui tiene particolarmente, e sul far conoscere a tutto il mondo le sue origini, dedicandosi a lungo alla ricerca di suoli e microclimi ottimali per dare vita ad un vino in grado di esprimere tutte le sfaccettature di una delle varietà più nobili al mondo.

Valorizzando le uve degli incantevoli vigneti di proprietà, tra i quali anche “Vigna Kastelaz” a Tramin e “Vigna Castel Ringberg” a Caldaro, considerati tra i più importanti di tutto l’Alto Adige, Elena Walch ha dato avvio ad una stagione di vini terroir che hanno, da subito, attirato l’attenzione di esperti e appassionati.

Elena Walch – architetto milanese con radici altoatesine che, grazie all’incontro con il marito Werner Walch ha cambiato il corso della sua vita e ha fatto la storia del vino in Alto Adige – condivide la sua grande passione con le figlie Karoline e Julia che, dopo gli studi, si sono perfezionate in Borgogna, a Bordeaux, e nell’australiana Adelaide. A loro ha trasferito i suoi valori, il rispetto per la natura ed il suo approccio alla sostenibilità, alla base del quale vi è certamente il rispetto della tradizione, ma anche una proiezione costante all’innovazione in un processo continuo di lavoro e apprendimento, in vigneto e in cantina.

Lautenticità dei nostri vini si deve ai loro vigneti d’origine e al lavoro in vigna, scrupoloso e rispettoso degli equilibri della natura” dichiara Karoline Walch. “Promuoviamo la biodiversità in ogni ambito, ad esempio, con il mantenimento di muri a secco, la presenza di siepi e cipressi, naturale riparo per piccoli animali. In vigneto proteggiamo il terreno dall’aridità, favorendo un microclima umido e caldo, rivoltando l’erba invece di tagliarla e, sempre tra i filari, piantiamo leguminose le cui radici ammorbidiscono il terreno e contribuiscono all’apporto di azoto e ossigeno alle viti. Inoltre, togliamo le erbacce ai piedi delle viti meccanicamente e aggiungiamo un nostro compost per stimolare l’attività biologica del terreno affinché produca naturalmente i minerali utili allo sviluppo sano della vite che, in bottiglia, si traduce in qualità longeva dei nostri vini”, conclude Julia Walch.

I Vini

Il Gewürztraminer Vigna “Kastelaz” 2020 Alto Adige Doc è l´espressione pura del suo terroir e dell’autoctono vitigno della splendida Vigna Kastelaz” che rappresenta un vero e proprio unicum dalla preziosa denominazione “Vigna” nella regione.

Vigna è una menzione geografica aggiuntiva che impreziosisce ulteriormente la denominazione di origine Alto Adige e che viene concessa (raramente) in presenza di un nome storico oppure di un toponimo; ogni Vigna è rigorosamente delimitata, autorizzata e catalogata in un apposito registro provinciale a conferma che, le uve del vigneto in questione, vengono rigorosamente vinificate separatamente da anni.

L‘unicità di questo vigneto deriva dal felice connubio tra suolo calcareo, ripidità del terreno e condizioni climatiche favorevoli: la pendenza tocca il 63% (ne consegue che la raccolta avviene rigorosamente a mano), l’altitudine va dai 330 ai 380 m (s.l.m.), l’escursione termica tra la notte ed il giorno è elevata e l’esposizione dei filari completamente a sud. Grazie a questi fattori, i grappoli d’uva possono godere del caldo e della diretta esposizione del sole oltre che della brezza pomeridiana dei venti.

I terreni su cui poggiano le piante sono di origine postglaciale, formatisi sotto la dolomitica cima altoatesina della Mendola. Adagiato sui sedimenti rossastri dei cosiddetti strati di Werfen, il vigneto “Kastelaz” è composto da strati di diverse tipologie di terreno e pietre e formato principalmente da ciottoli calcarei, sedimentati nei secoli, e ricoperti nel tempo da humus e strati di roccia quale granito e porfido.

Completano la rosa dei Gewürztraminer Elena Walch, Gewürztraminer “Concerto Grosso” 2020 Alto Adige Doc e Gewürztraminer 2021 Alto Adige Doc.

Note di degustazione

Gewürztraminer Vigna “Kastelaz” 2020 Alto Adige Doc

Presenta un intenso giallo dorato ed un bouquet seducente di estrema complessità: elegante e minerale con aromi di rosa, lychee e un tocco di miele d’acacia sullo sfondo. Un nettare che, con la sua complessita,̀ convince anche al palato: struttura elegante, gioco di acidità stimolante, freschezza armoniosa e speziata con un intenso finale aromatico. Un vino di grande finesse e di carattere.

Gewürztraminer Vigna “Kastelaz” argentum bonum 2014 Alto Adige Doc

Sono solo 1.200 le bottiglie di Gewürztraminer Vigna “Kastelaz” argentum bonum per ogni annata. Una vera e propria rarità, vengono affinate nelle miniere di Monteneve in Val Ridanna a 1.270 metri di quota, dove un tempo si estraeva l’argento. Da qui l’ispirazione per il nome di questa etichetta.

Alla degustazione il colore è giallo brillante con sorprendenti sfumature verdognole che lasciano intuire un contesto particolare per il suo affinamento. Al naso offre una piacevole freschezza aromatica che al palato si evolve in una mineralità evoluta. Aromi che, insieme, danno la sensazione di una forte complessità e nel contempo sono di una raffinata eleganza.

Gewürztraminer “Concerto Grosso” 2020 Alto Adige Doc

“Concerto Grosso” è diventato, fin dalla sua prima annata del 2015, un elogio alla terra dei Gewurztraminer ispirato alla musica barocca italiana.

Il Gewürztraminer “Concerto Grosso” si presenta con un colore dorato chiaro e invitante e al naso ricco di aromi: note fruttate di arance candite ed agrumi si uniscono a sentori di miele, cannella e chiodi di garofano. Al palato la struttura è piena ma delicata e il suo finale lungo e speziato.

Gewürztraminer 2021 Alto Adige Doc

Il Gewürztraminer sprigiona tutto il fascino dell’Alto Adige nelle sue armoniose tonalità di un giallo brillante con riflessi dorati. Le caratteristiche di questo vitigno si rispecchiano nel suo bouquet dall’intensa aromaticità, che spazia dalle note di petali di rosa, ai fiori ed alle spezie. In bocca sprigiona tutta la sua finezza con una fresca corposità, armoniosa eleganza e finale intenso.

Distribuzione

I vini Elena Walch vengono distribuiti in selezionate enoteche e nell’alta ristorazione in Italia e all’estero.

Per informazioni

Elena Walch srl

Castel Ringberg & Kastelaz

Hoferstr. 1 – 39040 Tramin (BZ)

www.elenawalch.com