Glarea Chardonnay: l’ultimo nato di Cantina Tramin

In tre decenni l’enologo Willi Stürz ha condotto Cantina Tramin sul sentiero dell’eccellenza enologica, dal Gewürztraminer all’ultima sfida: lo Chardonnay

Cantina Tramin festeggia le trenta vendemmie dell’enologo e direttore tecnico Willi Stürz, che dopo i successi ottenuti col Gewürztraminer punta deciso sullo Chardonnay, vitigno sul quale l’azienda ha intrapreso un percorso di studio a partire dal 2002 con la cuvée Stoan, arrivando nel 2015 alla nascita dello Chardonnay Riserva Troy in ottica futura di valorizzazione delle potenzialità del territorio alpino per creare grandi vini bianchi di montagna.

Con l’arrivo di Stürz nel 1991 Cantina Tramin compie un deciso cambio di passo a favore della qualità produttiva e di una gestione aziendale innovativa, etica e sostenibile. Da allora ne ha fatta di strada e oggi conta 270 ettari, di cui 40 dedicati alla Selezione. Il 70% del vigneto è allevato a bacca bianca e la varietà più diffusa è il Gewürztraminer (22%), seguito dallo Chardonnay (12%) e con la Schiava che rappresenta meno del 10%. In questi trent’anni Willi Stürz e Cantina Tramin hanno raccolto numerosi premi e riconoscimenti: tra i principali, il titolo di Miglior Enologo d’Italia assegnato dalla Guida Vini d’Italia 2004 di Gambero Rosso e Slow Food e i 100/100 punti di Robert Parker’s Wine Advocate di Epokale nel 2018, primo vino bianco italiano a ottenere tale risultato.

Glarea Chardonnay

Note di degustazione

Il nome Glarea deriva dal retoromanzo e significa ghiaia, chiaro riferimento alla particolare conformazione del terreno da cui nasce, posto sulle prime pendici delle vette più alte della Mendola, tra cui il Roen (a 2116 m). L’uva viene raccolta a mano, posta in piccoli contenitori per mantenerla integra e immediatamente sottoposta a pressatura soffice. La fermentazione avviene in legno a temperatura controllata (19°C), con parziale fermentazione malolattica. La successiva maturazione prosegue in barrique, tonneaux e botte da 12 hl.

Esame visivo: paglierino tenue dai riflessi verdolini.

Esame olfattivo: al naso spiccano nette ed immediate le sensazioni di albicocca, banana, ananas e frutta esotica, tipica espressione del vitigno.

Esame gusto-olfattivo: affascina il sorso, dalla fine e vivace freschezza, ben amalgamata alla marcata sapidità. Persistenza lunga e armoniosa.

Abbinamenti: ideale con piatti di pesce, minestrone di verdure, carni bianche.

Per informazioni

Cantina Tramin Soc. Agr. Coop

Strada del Vino, 144 – 39040 Termeno (BZ)

info@cantinatramin.it

https://cantinatramin.it/

Please follow and like us:
Pin Share
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram