Un calice di Noà in compagnia di Alessandro Manzoni

Durante la Vendemmia di via Montenapoleone a Milano sarà possibile degustare l’ultima annata di Noà, il Super Sicilian di Cusumano

Il vino non mancava mai sulla tavola della bella casa di Alessandro Manzoni in via Gerolamo Morone, 1, nel cuore di Milano, alle spalle di Piazza della Scala e a due passi dal Duomo, così come infiniti sono i riferimenti alla vite e al vino nelle pagine dei Promessi Sposi, dalla descrizione del paesaggio vitato «A destra e a sinistra, nelle vigne, sui tralci ancor tesi, brillavan le foglie rosseggianti a varie tinte» (cap. IV) fino al famoso episodio di Renzo nell’Osteria della Luna Piena (cap. XIV e XV).

L’occasione per ricordare questo rapporto elettivo è la Vendemmia di Montenapoleone che apre le porte della casa Museo per una degustazione di Noà, il Cru di Cusumano Vigne, cantina siciliana che in poco più di vent’anni è riuscita ad affermarsi come una delle più importanti cantine non solo dell’Isola, ma di tutto il Meridione italiano.

Questo elegante vino nasce dalle uve di Nero d’Avola, Merlot e Cabernet Sauvignon provenienti da vigneti allevati in collina ad una altitudine di 300 metri sopra il livello del mare nella tenuta Presti e Pegni a Monreale, situata in provincia di Palermo a pochi km di distanza dal mare.

La tenuta, caratterizzata da terreni argillosi e compatti, gode di un microclima ideale per lo sviluppo della vite, favorito anche dalla vicinanza al mare, ed è forse quella che interpreta meglio l’immagine che solitamente si ha dell’isola, come ci tiene a sottolineare Diego Cusumano.

L’elegante Super Sicilian Noà è composto da uve Nero d’Avola – 40%, Merlot – 30% e Cabernet Sauvignon 30%. Le rese sono basse, la selezione è accurata: solo i migliori grappoli, infatti, arriveranno a maturazione per essere raccolti a mano. Seguono la diraspatura, la fermentazione a temperatura controllata di 28°- 30°C per 10/15 giorni e la malolattica in carati di rovere dove riposerà per 12 mesi per poi concludere l’affinamento in bottiglia.

L’annata 2017 di Noà ha ricevuto 5 grappoli Bibenda e 93 punti James Suckling.

Sarà possibile degustare la nuova annata anche durante Il Wine Tasting del Comitato Grandi Cru che si terrà al Palazzo Serbelloni il 15 ottobre. I vini Cusumano e Alta Mora saranno inoltre in degustazione a Roma dal 18 al 24 ottobre, sempre durante la Vendemmia di Montenapoleone di Roma nella Boutique di Brunello Cucinelli in via Borgognona.

Cusumano parteciperà con la magnum di un cru proveniente da un vigneto centenario di Nerello Mascalese, l’Alta Mora Feudo di Mezzo 2015 all’Asta “Italian Masters, the Best of Italian Wines”, interamente a sostegno di Dynamo Camp, organizzata dall’Associazione Grandi Cru con Montenapoleone District e battuta da Christie’s il il 12 ottobre alle 18.30 nel- l’Hotel Principe di Savoia.

Note di degustazione

Esame visivo: rosso rubino profondo.

Esame olfattivo: articolato ventaglio di proposte olfattive, da sensazioni intrecciate di confettura di amarena a frutti di bosco, come mora e mirtilli, fino a tabacco e sentori di sottobosco a concludere.

Esame gusto olfattivo: avvolgente al palato, mette in risalto tannini ancora da domare ed una freschezza vivace, conducendo verso un finale gradevole di buona persistenza.

Abbinamento: ideale con primi di carne, carne arrosto e alla griglia, selvaggina, formaggi stagionati.

Per informazioni: Casa del Manzoni, Via Gerolamo Morone 1, Milano. Dalle 18 alle 19.30. Obbligo Green Pass e Prenotazione info@cusumano.it.

Please follow and like us:
Pin Share
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram