I vini di Terre de la Custodia premiati da WineHunter

Montefalco Sagrantino DOCG 2016, Montefalco Sagrantino Passito DOCG “Melanto” 2016 e Montefalco DOC “Rubium” 2015 premiati da The WineHunter          

Ancora riconoscimenti quest’anno per la qualità dei vini di Terre de la Custodia.

Questa volta arrivano da Helmut Kocher, patron del Merano Wine Festival e conosciuto da tutti come the WineHunter, e dalle commissioni di valutazione, formate da grandi esperti di settore, da lui riunite ogni anno per giudicare quali siano le migliori eccellenze italiane.

The WineHunter Award è il premio italiano di eccellenza ed alta qualità assegnato annualmente a prodotti vitivinicoli e culinari, ai distillati ed alle birre.

Il premio viene attribuito a prodotti nazionali ed internazionali che, a seguito di una attenta valutazione, raggiungono un punteggio minimo di 90 punti su 100, e garantisce al consumatore finale la qualità superiore del prodotto.

Al Montefalco Sagrantino DOCG 2016 e al Montefalco Sagrantino Passito DOCG “Melanto” 2016 è stato assegnato The WineHunter Award ROSSO, con un punteggio tra i 90 e i 93 punti.

Al Montefalco DOC Riserva dell’azienda, “Rubium” 2015, è stato assegnato The WineHunter Award GOLD, per un punteggio superiore ai 93 punti; si tratta di un blend a base delle migliori uve Sangiovese, Sagrantino e Merlot dell’azienda, affinato per 30 mesi di cui 14 in barrique, più almeno ulteriori 3 in bottiglia. Vino di grande spessore e intensità, complesso, coniuga alla perfezione caratteri eleganti e vellutati e struttura; pronto da subito ma anche capace di lunghi invecchiamenti.

L’azienda agraria Terre de la Custodia con sede a Gualdo Cattaneo, è di proprietà della famiglia Farchioni – produttrice anche di olio, birra e farina – e raccoglie in campo enologico la tradizione secolare delle terre umbre, pur applicando le più moderne tecnologie del settore ai fini di preservare la massima qualità e l’impronta territoriale della propria terra in ogni bottiglia. Forte della consulenza dell’enologo Riccardo Cotarella, la cantina offre due linee di prodotto rivolte alla Gdo e al circuito Horeca per un totale di 1 milione e 400mila bottiglie (prodotte esclusivamente con uve da vigneti di proprietà).

“La premiazione da parte di uno dei massimi critici enologici a livello italiano e mondiale ci conferma ancora una volta che stiamo seguendo il giusto percorso, per una cantina relativamente giovane come la nostra, nata ufficialmente nei primi anni duemila.” Dichiara Giampaolo Farchioni, titolare di Terre de la Custodia. “La nostra famiglia, infatti, è legata a doppio filo da lungo tempo ai prodotti del nostro territorio e alla nostra agricoltura, per questo il nostro obiettivo rimane sempre ben chiaro anche quando parliamo di vino: vogliamo valorizzare l’Umbria e le sue produzioni agronomiche d’eccellenza, seguendo sempre una sostenibilità contadina a 360 gradi.”

L’appuntamento con il banco di degustazione in cui sarà possibile assaggiare i vini premiati è quindi al Merano Wine Festival, trentesima edizione, dal 5 al 9 novembre 2021 presso la meravigliosa città termale altoatesina.

Please follow and like us:
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram