Sangiovese Superiore Riserva di Vigneti Romio: accogliente come la Romagna

Le tradizioni, l’accoglienza ed il rispetto per la natura, raccontati da questo Romagna Riserva della linea Vigneti Romio di Caviro   

Sia che bocci o che vai a punto devi vincere e la coppa sei te”. Questo il messaggio finale dello splendido video della web-series prodotta da Caviro dal titolo “Ti verso una storia”, un progetto di comunicazione digitale, con l’attore Paolo Cevoli nel ruolo di storyteller (di cui vi abbiamo già parlato nell’articolo dedicato allo spumante Novebolle sempre della linea Vigneti Romio).

Ogni bottiglia racconta un pezzo di storia della Romagna, così come il vino che contiene. Nel primo episodio Paolo Cevoli ci accompagna in un appassionante racconto tra tradizione, gusto e natura, dove ritroviamo tutti i principi della memoria contadina: il vino, simbolo d’accoglienza, la narrazione, veicolo di comunione e relazione familiare da tramandare, la campagna, immagine di autenticità e rispetto per la natura.

Il protagonista è il “Leggendario” Sangiovese Romagna DOC Superiore Riserva, il vino forse più rappresentativo della Romagna che diventa come un eroe d’altri tempi.

Un rosso fermo ed intenso che nasce da uve raccolte manualmente e affinate in barrique. Grazie alla sua complessità e vitalità esprime al meglio l’identità territoriale di questa bellissima regione italiana, da sempre terra di ospitalità e convivialità con l’innata capacità di saper godere delle “cose semplici”, come la buona cucina e le relazioni umane.

Un vino sincero e di qualità per trascorrere una giornata in allegria, ideale per qualsiasi occasione: sia per accompagnare cene conviviali con amici che come compagno di viaggio durante un picnic in abbinamento a salumi e formaggi locali o ad una grigliata di primavera.

Appunti di degustazione

Le uve di Sangiovese destinate a diventare riserva vengono raccolte manualmente tra metà settembre e inizio ottobre. Dopo la diraspatura e una soffice pressatura, l’uva viene fatta fermentare ad una temperatura controllata di 25°C, seguita da frequenti rimontaggi e delestage sulle bucce per favorire la dissoluzione dei composti antocianidici. Per accrescere la morbidezza e l’eleganza, la fermentazione malolattica viene fatta con lieviti selezionati, seguita da un affinamento in barrique per almeno dodici mesi.

Esame visivo: color rubino profondo di grande intensità, quasi impenetrabile, con luminosi riflessi sempre color rubino.

Esame olfattivo: al naso sprigiona profumi intensi in prevalenza fruttati e speziati. Emergono chiari riconoscimenti di marasca, gelatina di mora e altri frutti di bosco. In sottofondo, dolci ricordi di vaniglia e liquirizia sfumano in note speziate, tra cui si colgono pepe nero, cannella e noce moscata.

Esame gustativo: al palato ripropone la stessa complessità del naso. Il sorso è elegante, caldo e scattante, accompagnato da tannini vivaci, che lasciano trapelare un’equilibrata freschezza e una buona struttura. Finale lungo con ritorni fruttati.

Abbinamenti

Pietanze a base di cacciagione e piatti saporiti di carne rossa alla griglia o allo spiedo.

Per informazioni:

Caviro

Via Convertite 12 – 48018 Faenza – RA

caviro@caviro.it

Link Youtube Ti verso una storia

Website www.vignetiromio.it

FB www.facebook.com/GruppoCaviro

Website Caviro www.caviro.com

Please follow and like us:
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram