A Pasqua agnello Dogajolo con lo chef Andrea Golino

Quando all’estro dell’Home Chef Andrea Golino uniamo la qualità dei vini Carpineto il pranzo di Pasqua diventa una bella sorpresa

In una Pasqua ancora piuttosto casalinga e familiare è decisamente un must concedersi almeno un po’ di evasione, svago e spensieratezza, puntando sulla buona tavola e sul buon vino.

Un’idea per coloro che sono buongustai, ma non amano cucinare, potrebbe essere quella di affidarsi ad un cuoco a domicilio, come Andrea Golino, che, oltre ad essere un eccellente chef, è anche un buon conoscitore di vini e sa scegliere sempre la bottiglia giusta per ogni occasione.

Due parole su Andrea Golino

Home chef di origini napoletane e patron del delizioso Golinos, un bistrot in miniatura con dehor, che si trova a Roma, dove la cucina è più grande della sala.

Ha cominciato a cucinare da bambino e ha sempre subito il fascino della grande cucina napoletana, da cui prende spesso spunto. Però ha anche viaggiato molto e ama particolarmente i sapori esotici e gli ingredienti genuini.E’ un buon conoscitore di vini e attribuisce una grande attenzione anche alla loro qualità e alla selezione del vino ideale per esaltare al meglio le sue pietanze, tanto che il vino talvolta diventa il punto di partenza per la creazione di un piatto.

La passione per il cinema, una certa consuetudine per il palcoscenico, le collaborazioni con la tv per food addicted, lo rendono un cuoco brillante, capace di ravvivare anche le vostre cene, oltre che veloce e ben preparato. Non di rado, infatti, si lancia in citazioni, se non letterarie, gastronomiche. Divertenti anche i nomi dei piatti della sua ampia gamma di proposte.

La proposta di Pasqua: l’Agnello Dogajolo

La sua proposta per il menù di Pasqua, perfetta per accompagnare tutta la primavera, prende il nome dal Dogajolo Toscano Rosso I.G.T. di Carpineto (di cui trovate le caratteristiche nella nostra degustazione), utilizzato nella realizzazione e suggerito in abbinamento.

La ricetta proposta ha come protagonista l’agnello, icona per eccellenza dei pranzi pasquali. Si ispira alla tradizione, rivisitata però in chiave moderna e arricchita da contaminazioni internazionali, che strizzano l’occhio a quel desiderio, da un po’ di tempo represso, per il viaggio e per la sperimentazione di sapori nuovi, provenienti da terre lontane.

L’agnello viene cucinato, infatti, a kebab con contorno di zucchine a scapece, verdure prese dall’orto (acquistabili direttamente dall’innovativa piattaforma Cortilia), accanto o sopra una delicata salsa a base di yougurt e menta. Il tutto abbinato con il Dogajolo Rosso.

L’esecuzione è facile e veloce e, volendo, si può realizzare anche da soli (vai alla ricetta).

Qui di seguito i riferimenti social per contattare lo chef:

FB Golinos

Ig @chefgolinos

Please follow and like us:
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram