L’Antico Amaro delle Terme è l’amaro più buono del mondo

Al Meininger’s International Spirits Award medaglia d’oro alla distilleria Deta con l’Antico Amaro delle Terme, un prodotto interamente italiano    

L’amaro, bevanda alcolica ottenuta da un’infusione di erbe, fa parte della tradizione del bel paese. Non c’è italiano che non ne abbia almeno una bottiglia in casa. E’ un vero e proprio rito, immancabile sulle nostre tavole, un digestivo da offrire ai propri commensali dopo cena, soprattutto durante le feste o a conclusione di una grande abbuffata.

Già apprezzati alla Corte di Caterina de Medici nel Rinascimento e popolari nei salotti nobiliari a fine Ottocento, gli amari, piombati nel dimenticatoio negli anni Settanta del secolo scorso, stanno tornando alla ribalta negli ultimi anni: non solo da bere in purezza, ma anche da utilizzare come ingredienti per insoliti cocktails.

Perché allora una di queste sere non concedersi il piacere di provare l’amaro più buono del mondo?

Meininger’s International Spirits Award

A conquistare la medaglia d’oro durante la XVIII edizione del Meininger’s International Spirits Award, uno dei più prestigiosi concorsi internazionali dedicati al mondo degli spirits e dei vini, è stato quest’anno l’Antico Amaro delle Terme. Si tratta di uno dei fiori all’occhiello dell’azienda Deta, una distilleria storica toscana di Barberino Tavarnelle che produce grappe e distillati d’eccellenza dal 1926 e che dal 2017 fa parte del Gruppo Mazzari”, una delle maggiori realtà mondiali del settore.

L’Antico Amaro delle Terme è prodotto dall’infusione di diverse erbe, tutte al cento per cento toscane, e viene sottoposto ad un invecchiamento in barrique. Il segreto del suo successo risiede nell’eccellenza delle materie prime – accuratamente selezionate e rigorosamente a Km 0 – oltre che nella grande abilità ed esperienza dei maestri distillatori.

Appunti di Degustazione

Degustando l’Antico Amaro delle Terme, si comprende facilmente come mai sia riuscito a stregare la giuria internazionale: i suoi profumi intensi, suadenti ed eleganti, uniti alla sua intrigante e forte personalità incantano e seducono, complice anche il bilanciato alternarsi a livello gustativo tra sensazioni dolci e amare.

Analisi visiva

Color bruno e intenso, quasi impenetrabile.

Profumi

Al naso esordisce con un’esplosione di note aromatiche e speziate che si fondono con un sottofondo agrumato in cui fanno capolino china, rabarbaro ed echi di ginepro.

Gusto

L’affinamento in botte contribuisce a regalare un sorso morbido e vellutato, seppur sostenuto da una buona freschezza. La piacevolissima scia amara, ben armonizzata con reminiscenze dolci di caramello e nuance speziate, regala un’esperienza gustativa intensa in grado di conquistare anche i palati più esigenti. Il finale è persistente e lascia un inconfondibile retro-gusto di china e rabarbaro.

Si consiglia di degustare come digestivo a temperatura molto fredda. Per un’esperienza diversa provare a cimentarsi in uno dei due seguenti cocktail:

  • 30 cl Bitter, 30 cl gin e 30 cl Amaro delle Terme e ghiaccio;
  • 30 cl di Amaro delle Terme, tonica liscia o aromatizzata al bergamotto e ghiaccio.

Per informazioni:

Distilleria Deta S.r.l.

Strada di Poneta 2/16

50028 Barberino Tavarnelle (FI)

info@detadistilleria.it

https://detadistilleria.it/

Please follow and like us:
Pin Share
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram