Poggio Torselli: vini biodinamici e charme nel cuore del Chianti

Da prestigiosa dimora d’epoca custode di nobili tradizioni ad azienda produttrice di oli e vini biodinamici: l’affascinante storia di Poggio Torselli

Poggio Torselli è un’azienda agricola situata nel cuore del Chianti classico, a San Casciano in Val di Pesa (Fi), e prende il nome dall’antico podere Poggio Torselli che risale al 1427.

La villa ha visto avvicendarsi tra le più importanti famiglie fiorentine tra cui anche i Macchiavelli

Quella che inizialmente era una piccola casa colonica, nel tempo si è trasformata in una grande e prestigiosa villa di quasi 400 ettari. I primi proprietari di cui si ha traccia sono gli Angiolini, nel 1434, anno dell’ascesa di Cosimo de’ Medici alla guida di Firenze. Qui nei secoli si sono avvicendate tra le più importanti ed illustri famiglie fiorentine, come i Machiavelli gli Orlandini Corsini – dei quali è ancora presente lo stemmae gli Antinori. Per un certo periodo è stata gestita dalla Curia per poi essere rilevata, nel 1999, dall’attuale proprietario, l’imprenditore Maurizio Zamparini, noto in campo immobiliare, agricolo, energetico e soprattutto negli ambienti sportivi come ex presidente del Palermo Football Club.

Conosciuta come la Regina delle Ville del Chianti, la Villa è una delle più vaste ed eleganti dimore d’epoca dell’entroterra fiorentino. La sua bellezza e il suo charme sono sopravvissuti nei secoli, superando i momenti più bui. Poggio Torselli ha ospitato nelle sue stanza personaggi illustri, come lo Zar di Russia Paolo I e Papa Pio VII in viaggio verso Parigi per incoronare Napoleone.

L’interno è particolarmente bello e raffinato con affreschi di Matteo Bonechi e di alcuni suoi allievi. Saloni, lampadari, mobili e tele antiche, statue, affreschi, porte e mezzibusti, dentro e fuori le mura, rimangono come silenti testimoni dello sfarzoso passato.

Anche il giardino -recentemente ristrutturato – è un piccolo capolavoro che risale al Settecento ed oggi ha più di cento piante secolari di limoni e un’ampia esposizione di fiori.

Nel bellissimo giardino all’italiana recentemente ristrutturato ci sono fiori rarissimi e leggendari, un luogo da vedere almeno una volta nella vita

oggio Torselli - GiardinoTra il 1999 e il 2003 sia la villa che il giardino sono stati sottoposti ad un lavoro di restauro di tipo conservativo, al fine di riportare questi luoghi agli antichi splendori. La struttura attuale del giardino riproduce fedelmente le rotazioni dell’impianto settecentesco: piante officinali di tutti i tipi per curare i malanni, cosmetiche per la bellezza delle nobildonne, alberi da frutto nani per facilitare la raccolta e persino esemplari di fiori rarissimi e leggendari. Tra questi c’è anche la celebre mandragola, una pianta citata addirittura in uno scritto di Macchiavelli.

Il giardino sfoggia anche una splendida collezione di 130 agrumi in vaso: limoni, aranci amari, mandarini, chinotti, bergamotti, cedri e la rarissima Bizzarria (Citrus aurantium, che dà il nome ad alcuni vini della azienda) un tempo chiamato l’agrume dei Medici. Si tratta di un ibrido fra limone, cedro e arancio amaro, il cui frutto presenta strati alterni di rugosità e colori propri della buccia dei singoli agrumi. Una perla della Tenuta sono i resti perfettamente conservati del Settecentesco sistema d’irrigazione a canaletta in pietra serena, con le vaschette scolpite in pietra forte.

L’azienda  ha adottato una filosofia green improntata su un approccio biologico e biodinamico

È proprio di quella tradizione nobile che oggi l’Azienda Poggio Torselli si fa custode, nel rispetto dell’arte e del territorio, in una fusione di bellezza, armonia ed eleganza unica nel suo genere.

Di proprietà della famiglia Zamparini dal 1999, dopo i lavori di restauro dal 1999 al 2002 delle architetture e degli spazi verdi ed il rifacimento dei vigneti durato fino al 2005 vede la vera svolta enologica nel 2017, quando fa il suo ingresso in Cantina l’enologo Eduardo Colapinto.

Laura Giordani, la moglie di Zamparini, che stava prendendo in mano le redini di Poggio Torselli, conosce il giovane wine maker nel 2016 attraverso l’Associazione per l’agricoltura biodinamica. Ha, così, inizio la loro collaborazione. Eduardo ha solo 33 anni, ma ha già una lunga esperienza nel settore: mette subito in atto le pratiche biologiche e biodinamiche necessarie per ottenere la certificazione biologica.

L’azienda è molto più che biologia e biodinamica: la sua green vision è improntata su un approccio olistico alla viticultura e alla produzione di vino che affonda le sue radici nella sostenibilità e nel rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema circostante. Secondo questa filosofia tutto risulta interconnesso: vigneti e terra, natura e uomo, ecosistema, armonia ed equilibrio che si trovano nel Dna dei suoi vini.

L’azienda produce olio e vino

La tenuta di Poggio Torselli conta 42 ettari complessivi, di cui 6 dedicati agli ulivi e 24 vitati, la maggior parte coltivati a Sangiovese e una piccola parte a uve bianche, divisa tra chardonnay, sauvignon e traminer aromatico.

L’annata 2019 ha prodotto un totale di circa 50.000 bottiglie, divise in tre IGT ToscanaBizzarria bianco, rosso e rosato – quest’ultimo prodotto con un uve di Pugnitello, un vitigno autoctono toscano molto antico – e tre Chianti Classico DOCG: il Classico, la Riserva e la Gran Selezione, rispettivamente affinati per 12, 24 e 30 mesi come previsto dal disciplinare.

Poggio Torselli produce anche 2.500 litri di olio extra vergine d’oliva Chianti Classico DOP ottenuto con pratiche biodinamiche da ulivi ultracentenari: moraiolo, frantoio, pendolino e leccino le varietà, e la miscela è fatta in campo esattamente come la eseguivano una volta i contadini.

Eventi degustazioni e wine tour permettono di vivere un’esperienza unica immersi in un paesaggio spettacolare

In questo spettacolare contesto l’azienda propone degustazioni e wine tour a tutti coloro che desiderano vivere un esperienza unica tra arte, storia, bellezza e buon vino. Durante le visite guidate sarà possibile visitare la cantina e la bellissima vinsantaia dedicata all’appassimento delle uve per la produzione del Vin Santo Chianti Classico. L’Esperienza Divinea prevede, inoltre, degli smart tasting di olio che permettono di toccare con mano la qualità dei prodotti.

Per informazioni:

Poggio Torselli

https://www.poggiotorselli.it

Online Shop

info@poggiotorselli.it

hospitality@poggiotorselli.it

Please follow and like us:
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram