Wine Spectator 2020: la top 100 dei vini migliori al mondo

I 100 vini migliori al mondo secondo la rivista Wine Spectator: Italia sul podio col Brunello di Montalcino San Filippo

Wine Spectator

Fin dal 1988, ogni anno la rivista americana Wine Spectator pubblica la lista dei 100 migliori vini provenienti da tutto il mondo, la più influente classifica enoica sul mercato. Quest’anno sono stati recensiti alla cieca più di 11.000 vini e quasi il 50% hanno ottenuto un punteggio di 90 punti o superiore su una scala di 100. Da questo prima selezione si è, poi, passati alla Top 100, valutata per qualità (in base al punteggio), valore (prezzo) e disponibilità sul mercato statunitense (se realizzati o importati negli Stati Uniti).

La classifica di Wine Spectator aiuta a meglio comprendere i gusti del mercato americano e come giudica i vini del bel paese rispetto al resto della produzione mondiale.

Di seguito l’elenco dei primi 10 Vini al Mondo giudicati da Wine Spectator per l’anno 2020.

Top 10

  1. Bodegas Marqués de Murrieta Rioja Castillo Ygay Gran Reserva Especial 2010
  2. Aubert Pinot Noir Sonoma Coast UV Vineyard 2018
  3. San Filippo Brunello di Montalcino Le Lucére 2015
  4. Mayacamas Cabernet Sauvignon Mount Veeder 2016
  5. Domaine de la Vieille Julienne Châteauneuf-du-Pape Les Trois Sources 2016
  6. Kistler Chardonnay Russian River Valley Vine Hill Vineyard 2017
  7. Massolino Barolo 2016
  8. Bodega Piedra Negra Chacayes Los Chacayes 2015
  9. Beaux Frères Pinot Noir Ribbon Ridge The Beaux Frères Vineyard 2018
  10. Bollinger Brut Champagne La Grande Année 2012

Nella classifica dei Top 10 troviamo solo due etichette italiane: il Brunello di Montalcino DOCG San Filippo (3°) ed il Barolo DOCG Massolino (7°).

Il vincitore

La Spagna quest’anno è la grande protagonista di Wine Spectator, non solo per il primo posto, Bodegas Marqués de Murrieta Rioja Castillo Ygay Gran Reserva Especial del 2010, ma anche per moltissimi altri vini presenti in classifica tra i migliori 100.

I vini italiani

Per quanto riguarda i vini nostrani, la classifica di Wine Spectator 2020 si potrebbe riassumere nell’eccellenza dell’annata 2015 del Brunello di Montalcino (con 2 etichette premiate) e dell’annata 2016 del Barolo, nella qualità sempre più estesa del Chianti Classico (con 3 etichette premiate), nella grandezza della Toscana (col Brunello e Chianti Classico anche il Nobile di Montepulciano) e del Piemonte (con le sue diverse espressioni dalla Barbera d’Asti al Barbaresco, passando per il Gattinara) e nella capacità di saper esprimere grande qualità ovunque, dalle Dolomiti alla Puglia, dal Friuli al Soave fino alla Basilicata. Di fatto l’Italia si aggiudica circa il 16% dell’intera classifica mondiale.

Di seguito gli altri 14 vini italiani classificati con le rispettive posizioni:

  1. Castello di Volpaia Chianti Classico Riserva 2016
  2. Tolaini Cabernet Sauvignon Toscana Legit 2016
  3. Caprili Brunello di Montalcino 2015
  4. Caiarossa Toscana Pergolaia 2016
  5. Produttori del Barbaresco Barbaresco Rabajà Riserva 2015
  6. Foradori Manzoni Bianco Vigneti delle Dolomiti Fontanasanta 2018
  7. Marchesi de’ Frescobaldi Chianti Classico Tenuta Perano 2015
  8. Boscarelli Vino Nobile di Montepulciano 2016
  9. Vietti Barbera d’Asti Tre Vigne 2017
  10. Istine Chianti Classico 2016
  11. Travaglini Gattinara 2015
  12. Il Conte Villa Prandone Rosso Piceno Superiore Marinus 2017
  13. Jermann Pinot Grigio Friuli 2017
  14. Grifalco della Lucania Aglianico del Vulture Gricos 2017

Per la classifica completa è possibile visitare il sito ufficiale di Wine Spectator.

Please follow and like us:
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram