PREMIO MASI: RIGONI DI ASIAGO TRA I VINCITORI

Il 24 ottobre in streaming l’azienda Rigoni di Asiago viene premiata per il suo impegno nella sostenibilità ambientale

L’ambitissimo premio Masi, che giunge quest’anno alla sua 39sima edizione, è nato nel 1981, dall’idea di tre amici veronesi: Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, Cesare Marchi, scrittore, e Giovanni Vicentini, giornalista con l’obiettivo di premiare l’eccellenze territoriali.

Il premio viene, infatti, conferito ai personaggi originari delle Venezie che si sono distinti nei campi della letteratura, dell’arte, del giornalismo, della scienza, dello spettacolo e dell’economia.

Tanti i nomi eccellenti che vi sono passati, tra i quali figurano Milo Manara, Arrigo Cipriani, Ottavio Missoni, Pierre Cardin… Una vetrina di testimonial che ha sempre mirato a promuovere e valorizzare il patrimonio produttivo del nostro Paese e, in particolare, del territorio veneto.

Quest’anno, la 39.sima edizione dell’evento si è svolta in diretta streaming dalle Cantine Masi di Gargagnago in Valpolicella il 24 ottobre, senza la presenza del pubblico, nel rispetto delle disposizioni vigenti per il contenimento del Covid-19 ed è stato trasmesso integralmente dalle emittenti locali.

Andrea Rigoni, AD e Presidente di Rigoni di Asiago, è entrato a pieno titolo nella rosa dei tre grandi personaggi premiati per il 2020, accanto ad altri due nomi eccellenti, quello della scienziata Ilaria Capua e dell’alpinista Reinhold Messner.

Per l’imprenditore una motivazione legata al suo impegno nella sostenibilità ambientale:

“Imprenditore di successo e pioniere tra gli industriali nella scelta del biologico, ha indirizzato la sua azienda verso un cammino globale di sviluppo sostenibile nel segno dell’attenzione per la salubrità del prodotto e per l‘ambiente, mantenendo saldo il legame profondo con Asiago, suo territorio d’origine”.

Alla base di tutto ciò ci sono valori perseguiti da sempre e che sono riassunti in un codice etico che raccoglie i principi fondamentali di Rigoni di Asiago:

–      Etica d’impresa e onestà

–      Responsabilità

–      Serietà e competenza

–      Lavoro a misura d’uomo

–      Attenzione alla clientela

–      Promozione del territorio

–      Condivisione dei rischi e, soprattutto, dei sogni

Quello della sostenibilità è un tema che rispecchia pienamente la filosofia di Rigoni di Asiago, che mira a produrre alimenti biologici sostenendo la filiera produttiva italiana per dare valore al territorio, al pianeta e alle persone.

Una sostenibilità, inoltre, che si pone obiettivi primari, come quelli di raggiungere la sicurezza alimentare, di proteggere, recuperare e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, di combattere la desertificazione, di arrestare il degrado del suolo e fermare la perdita delle biodiversità.

Altrettanto importante è l’innovazione tecnologica che la contraddistingue. Infatti, grazie a una ricerca costante, l’azienda è arrivata a produrre riducendo in modo sensibile l’impatto sul territorio.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email