“Concept – Lunatic Bistrot”: tradizione e innovazione a pochi passi da Matera

In Basilicata, a pochi passi da Metaponto e a circa 70 km da Matera, sulla strada che dal mare conduce alle Dolomiti Lucane sorge, sulla sommità di un colle, Bernalda, un incantevole paesino dai tratti tipici lucani.

Se da una parte la cittadina, con il castello che domina la vallata sottostante, i vicoli stretti e le graziose casine bianche, conserva inalterato tutto il fascino del classico borgo mediterraneo degli anni ’50, dall’altra stupisce il visitatore per la sua atmosfera vivace e mondana.

L’interesse suscitato a livello regionale da Matera Capitale Europea della Cultura 2019 ha contribuito a dare nuovo impulso a questa graziosa località, già famosa per aver dato i natali al celebre regista americano Francis Ford Coppola, che ha aperto un hotel di lusso nell’antico Palazzo Margherita, scelto come location per il matrimonio di sua figlia Sofia.

 

Bernalda - castelloLa cittadella è riuscita, così, a rinnovarsi edevolvere coniugando antico e moderno, tanto da affermarsi come punto di riferimento del mangiare e vivere sano dell’intera regione e ora punta decisa ad un turismo di qualità rivolto soprattutto all’arte culinaria e all’eno-gastronomia.

Colpisce la varietà dell’offerta presente in zona, costituita da ristoranti che propongono sia menù tradizionali che rivisitazioni di piatti tipici in chiave più creativa e ricercata.

Tra le varie opzioni merita una menzione particolare il “Concept – Lunatic Bistrot”, un ristorante di recente inaugurazione gestito da giovani professionisti della Basilicata che hanno studiato e lavorato in realtà del settore HORECA.

Ispirato al Concept dei Bistrot francesi, il Concept Lunatic Bistrot deve il suo nome ai cicli lunari e mira a sottolineare la capacità di trasformarsi e di suscitare nuove sensazioni durante tutte le ore della giornata. Un nuovo mood cambia tutto, significa: nuovo menù, nuovo allestimento, nuova programmazione artistico-musicale, in sintesi, nuove emozioni.

Il locale sorge sopra un deposito alimentare degli inizi del secolo scorso che poggia su un’antica cisterna d’acqua e gli allestimenti si ispirano al periodo della rivoluzione culturale, della Belle Epoque e dell’esposizione universale. Lo spazio si compone di tre diverse zone: l’area bistrot, il convivium e la sala degustazioni al seminterrato.

Il bistrot è posizionato all’ingresso, con le vetrate che si affacciano sulla strada, ed è la zona più informale, dedicata principalmente a degustare cocktail e aperitivi. Di recente sono stati aggiunti anche dei tavolini all’esterno.

Come nei più moderni ed esclusivi ristoranti, grazie alla cucina a vista della sala convivium, che si presta anche a serate di show cooking, si può ammirare lo chef mentre crea con lo staff le sue originalissime alchimie.

La sala al piano di sotto, che ospita la suggestiva cantina, offre un ambiente più intimo e riservato, ideale per degustazioni, aperitivi o cene di gruppo.

L’ambiente raffinato ed elegante unito ad arredi minimali con pezzi di design contribuiscono a creare un’atmosfera esclusiva e quasi bohemiens, che ricorda i salotti dell’alta borghesia di fine ottocento, dove prosperava la cultura a 360 gradi, circolavano informazioni e si costruivano relazioni.

Dedicato ad una clientela curiosa, eclettica, amante del cibo, del bello, dell’arte, del design, della cultura e, soprattutto, desiderosa di sperimentare, il Concept è il luogo ideale dove rilassarsi e divertirsi in ogni momento della giornata.

Nel pomeriggio è possibile degustare miscele di caffè, infusi e liquori vari, magari leggendo un libro o ascoltando un vecchio disco, mentre in prima serata entra di scena l’aperitivo, adatto a tutte le esigenze e caratterizzato da un’ampia scelta di food, vino, birra e drink.

A seguire la cena, durante la quale l’Alta Cucina diventa la vera protagonista. L’attore principale è proprio il cibo, che si esprime ai massimi livelli grazie alla qualità e alla freschezza degli ingredienti e all’accuratezza nella preparazione, senza mai trascurare l’impiattamento. La fantasia del giovane chef di origini pugliesi (che nonostante l’età ha già conquistato a Dubai una stella Michelin) si esprime al meglio nelle “alchimie dello chef”, autentiche combinazioni di sapori tradizionali e non convenzionali, che cambiano ogni giorno in quanto basate sulla lavorazione dei prodotti locali trovati al mercato. Decisamente interessante la lista dei vini da abbinare alle pietanze, tra cui si trovano alcune vere e proprie chicche del territorio che vantano un ottimo rapporto qualità prezzo.

Nel dopocena, infine, il bartender sorprenderà i presenti con drink originali nati da un felice mix di creatività, tecnica e materie prime.

Nel menù a cena assolutamente da non perdere l’uovo concept pochè tra gli antipasti, pacchero alla carbonara di mare tra i primi, polpo fritto su purea di fave fresche tra i secondi ed il superlativo quanto originalissimo cannolo di crusco, prodotto tipico locale, con ricotta e crema chantilly tra i dessert.

Al Concept si potrà inoltre assistere a show cooking e spettacoli di cabaret, con musica live il venerdì sera e club party con djset e drink selection il sabato.

Un posto dove vale sempre la pena fare un salto.

Please follow and like us:
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Instagram