Grabby Food per combattere lo stress da smart working

Definire quello attuale un periodo duro per i salutisti è riduttivo: con le palestre blindate e il divieto di spingersi oltre i duecento metri dalla propria abitazione, si rischia seriamente di andare in sovrappeso, pagandone, poi, le conseguenze in futuro. E col ricorso allo smart working, anche la vita d’ufficio è andata a farsi benedire, rimpiazzata da postazioni virtuali dove inviare e-mail, incontrare colleghi e fare consulenze.

“I cambiamenti destabilizzano e disorientano, ma proprio per questo è indispensabile costruire una routine sana ed equilibrata e impegnarsi a seguirla giorno dopo giorno. All’inizio può sembrare faticoso, ma dopo qualche giorno diventa un automatismo, come pettinarsi o lavarsi i denti al mattino”, afferma Paola Di Giambattista, Healthy Food Specialist e Free From Chef, da sempre attenta al sodalizio gusto/salute. L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in chiave di equilibrio psicofisico: le lunghe ore di concentrazione possono, infatti, portare a momenti di cedimento che mettono a dura prova sia l’umore che il fisico. Ed è proprio per prevenirli che la Healthy Food Specialist consiglia i seguenti sette alimenti, tutti vegetali, da assumere per tenere alti i livelli di energia:

  • banana, per il suo elevato contenuto di magnesio e perché stabilizza il tono dell’umore e mitiga i picchi di stress legati al sovraccarico di stimoli digitali;
  • pistacchio, perchè dà una rapida sferzata di energia senza appesantire ed aiuta il sistema circolatorio messo a dura prova in questo periodo in cui le possibilità di movimento sono limitate;
  • cannellini, utili perché essendo legumi nutrienti ed energizzanti sono adatti a preparare dolci pur mantenendo sotto controllo il livello di glicemia;
  • cacao, che libera il cosiddetto “ormone del buonumore” e tiene a bada gli eccessi di adrenalina dovuti allo stress da lavoro;
  • cavolfiore, anti-age e antitumorale per eccellenza, proprietà che condivide con altri vegetali (broccolo, cavolo romanesco, ecc.);
  • carote, per il loro elevato contenuto di betacarotene, benefico per la pelle e gli occhi costantemente affaticati dai monitor di pc e smartphone;
  • avocado, per le sue proprietà elasticizzanti e perché garantisce un elevato apporto di fibra e grassi monoinsaturi, utili quando si passano intere giornate immobili davanti al computer impigrendo l’intestino.

Sul modo di combinare questi alimenti in modo sfizioso ci pensa Il nuovo trend chiamato grabby food (dall’inglese grab, afferrare, in questo caso da un piatto o da una ciotola). “Pietanze prêt-à-manger da preparare la sera e consumare durante il giorno, quando il languorino inizia a farsi sentire. Una sorta di confort food a zero sensi di colpa, capace di dare la carica anche nei momenti in cui la motivazione sembra sprofondare”, spiega Paola Di Giambattista, che propone ricette sane e nutrienti che non impongono preparazioni lunghe e complesse.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email