Terza edizione del Palio dell’agnolotto: torna la sfida solidale tra i ristoratori

Ad Aprile sarà svelato quale ristorante fa i migliori agnolotti dell’Oltrepo’ pavese

Torna la sfida benefica per incoronare il migliore agnolotto dell’Oltrepò Pavese, che quest’anno si terrà il 26 aprile a Borgo Priolo (PV), nella splendida location di Villa Castello di Torrazzetta, disposizioni sul coronavirus permettendo.

Una manifestazione dedicata a celebrare  uno dei piatti cardine della cultura gastronomica Pavese: l’agnolotto. La gara, una sfida di gusto aperta a tutti i ristoratori dell’Oltrepò Pavese, giunge alla sua terza edizione. I soldi raccolti verranno devoluti in sostegno delle popolazioni rurali dell’Etiopia a Chicco per Emdibir, un’associazione impegnata da diversi anni a supportare lo sviluppo rurale ed educativo di una comunità etiope a Emdibir, una zona molto arida e povera.

La gara, che consiste nella preparazione di un piatto a base di agnolotti che verranno serviti al pubblico durante la serata, è presieduta da una giuria d’eccellenza con Fabrizio Ferrari, Silvano Vanzulli, Roberto Scovenna e Bruno Colombi che premieranno i tre migliori agnolotti. In aggiunta vi sarà l’assegnazione di un premio speciale, per il piatto con la miglior presentazione, in onore di Alemayeu, l’agronomo responsabile degli orti in Etiopia scomparso l’anno scorso.

L’anno scorso la sfida è stata vinta dal ristorante La Pineta di Fortunago.  Riusciranno quest’anno gli altri partecipanti in gara a battere lo chef e ad aggiudicarsi il titolo di agnolotto più buono di tutta la Provincia?