Cantina St.Micheal – Eppan: storia e vini di una delle più prestigiose cantine del Trentino

Cantina St.Micheal – Eppan  o San Michele Appiano

La Cantina e la sua storia

La Cantina San Michele Appiano (o St.Micheal – Eppan in tedesco) è una delle più rinomate in Alto Adige ed in Italia, con vini pluripremiati a livello nazionale ed internazionale. La cantina vanta oltre 100 anni di storia: costituita nel 1907 come cooperativa, oggi conta 330 soci che coltivano 385 ettari di vigneti e rappresenta uno splendido esempio di come fare sistema può portare a risultati veramente eccezionali.

Il terroir e l’ambiente pedoclimatico

L’azienda si trova in provincia di Bolzano, più precisamente ad Appiano sulla Strada del Vino in Alto Adige, comune dove sono ubicati la maggior parte dei vigneti.

In questi luoghi nascono eleganti vini bianchi e inconfondibili vini rossi, complice un terroir dalle caratteristiche uniche, ricco di calcare, porfido, residui morenici ed un buon microclima, influenzato da temperature miti, freschi venti notturni e buone escursioni termiche.

I vini sono prodotti sia da vitigni autoctoni che internazionali, tutti accomunati da un eccellente livello qualitativo.

I riconoscimenti e il contributo dato alla viticultura alto atesina

Cantina San Michele Appiano ha dato un contributo decisamente significativo all’ottima reputazione che i vini altoatesini sono riusciti a guadagnarsi sul mercato, grazie ai molteplici riconoscimenti ricevuti dalle fonti più autorevoli del settore, in particolare:

  • è stata eletta “Cantina dell’anno” da Slow Wine e dal Gambero Rosso, rivista leader del settore enogastronomico in Italia;
  • Hans Terzer, l’enologo della cantina, è stato eletto, sempre dall’autorevole guida, uno dei migliori wine maker del mondo ed ha ricevuto il riconoscimento alla carriera Der Feinschmecker;
  • i suoi vini vincono regolarmente premi nazionali ed internazionali, come ad esempio il Sauvignon Sanct Valentin, che ininterrottamente da 18 anni viene insignito dei “tre bicchieri” dal Gambero Rosso.

Il vino e le due linee principali

La Cantina attualmente produce circa 2,5 milioni di bottiglie l’anno, per il 70% vini bianchi (Pinot Bianco, Pinot Grigio, Gewürztraminer, Sauvignon, Chardonnay, Müller Thurgau, Riesling, Moscato Giallo), per cui il territorio alto-atesino è particolarmente vocato. Il restante 30% è dedicato alla produzione di Schiava, Pinot Nero, Lagrein, Merlot, Cabernet.

I vini più rappresentativi

Linea “Sanct Valentin”

Nel 1986 nasce la linea di punta della Cantina, denominata Sanct Valentin, caratterizzata da vigneti scelti nelle zone più vocate con produzione limitata. Questa linea si basa su una selezione meticolosa delle migliori uve ed una lavorazione individuale, come acciaio per i vini aromatici (Sauvignon e Gewürztraminer) e fermentazione ed affinamento in barrique/tonneau. Attualmente la barricaia dell’azienda è una delle più belle ed affascinanti di tutto l’Alto Adige.

Linea APPIUS – Il “vino da sogno” di Hans Terzer

La linea Appius nasce dal sogno di Hans Terzer di creare un vino come nessun altro prima nella Cantina San Michele-Appiano. Proviene da singole viti con pochi grappoli che però forniscono delle uve eccellenti. Il vino si ottiene da un blend di diversi vitigni: Pinot Grigio, Pinot Bianco, Sauvignon e Chardonnay, che concorrono con una percentuale che varia di anno in anno. Per ribadire l’unicità di ciascuna annata si è scelto di variare anche il design della bottiglia. Il primo vino della linea è stato prodotto nel 2010. A partire da dicembre 2019 sarà in commercio Appius 2015, un’edizione limitata di cui verranno prodotte solo 5.000 bottiglie, che ha tutte le carte in regola per diventare la migliore espressione di questa realtà.