Carne di qualità: quando il sigillo fa la differenza

In arrivo nei supermercati il Gigante la carne certificata del Consorzio Sigillo Italiano, un prodotto tracciabile, riconoscibile a prova di chef stellato.

La carne che si compra al supermercato in Italia comincerà ad avere un ‘bollino’ di riconoscimento che garantirà ai consumatori tracciabilità, salubrità, una produzione nel pieno rispetto delle normative e degli animali allevati. Questo è l’obiettivo del Consorzio Sigillo Italiano, un’associazione fondata dagli stessi allevatori di bovini per promuovere la carne di qualità prodotta in Italia.

La carne certificatata dal Consorzio Sigillo Italiano è stata protagonista

Mercoledì 11 dicembrenella magica atmosfera d’altri tempi della suggestiva Casavilla a Cornaredo, di una serata speciale con showcooking e cena a cura di Davide Oldani.

L’evento è stata l’occasione per accrescere la consapevolezza alimentare e di filiera del circolo virtuoso generato dalla corretta sinergia tra normative, allevatori e distribuzione, che consente di portare ogni giorno sulle  tavole prodotti buoni, sani, controllati e garantiti.

Il celebre chef stellato milanese, già premiato con l’Ambrogino D’Oro nel 2008,  ha curato per gli ospiti, media ed esperti del settore food, uno showcooking a quattro mani con il giovane macellaio Giovanni Cavasin. Un’occasione speciale, a ridosso delle festività natalizie, per far toccare con mano, o per meglio dire con il palato, tutto il sapore e l’eccellente qualità della carne del Consorzio Sigillo Italiano,  uno dei tre “pilastri” del Piano Carni Bovine Nazionale depositato e registrato al Ministero dello Sviluppo Economico e in via di registrazione a livello internazionale (Euipo).

Il consorzio, riconosciuto dal Mipaaf con decreto del 28 febbraio 2018, è un marchio ombrello che raccoglie diversi produttori uniti sotto un unico comune denominatore: l’attenzione per il benessere dell’animale, ritenuto un elemento fondamentale per garantire l’eccellenza della qualità. Notevole attenzione  viene, infatti, riposta, per esempio, al controllo dell’alimentazione dei bovini, che viene meticolosamente controllata, e all’ambiente nel quale vivono.

Il logo del Consorzio Sigillo Italiano è rappresentato da una “Q” con al centro un’immagine dell’Italia con le tinte del tricolore. Un marchio altamente riconoscibile e facilmente identificabile per aiutare i consumatori a scegliere con sicurezza e a riconoscere la carne degli allevatori aderenti, senza perdersi nella giungla delle etichette.

Un segno di riconoscimento che certifica una carne di qualità superiore ottenuta seguendo dei Disciplinari di produzione stabiliti dal Sistema di S.Q.N.Z. (Sistema di Qualità Nazionale Zootecnia), caratterizzati da elevati standard tecnici riconosciuti dalla Commissione Europea , allevamenti protetti, sicurezza alimentare e soprattutto in grado di garantire la tracciabilità delle carni.

Dopo un primo debutto innanzi agli addetti ai lavori in occasione di TUTTOFOOD nel maggio 2019, la carne certificata  è giunta, nel mese di novembre 2019, anche sugli scaffali della grande distribuzione, grazie alla partnership siglata con Il Gigante. 

I supermercati della catena Il Gigante, da sempre attenti ai processi di produzione e distribuzione nonché altamente scrupolosi nella selezione dei fornitori, hanno, infatti, inserito nelle proprie macellerie in oltre 50 punti vendita tra Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna la carne garantita e di qualità superiore prodotta dal Consorzio.

”Vitellone e Scottona allevati ai cereali”, “Fassone di Razza Piemontese”, “Bovino Podolico al Pascolo”, “Uovo + Qualità ai cereali”: questi alcuni dei prodotti del Consorzio che saranno venduti al banco.

Ma questo è solo  l’inizio, le richieste di adesione cominciano arrivare da tutta Italia, dal Nord Est alla Sicilia. Allargarsi, però, non è l’unica sfida futura per il consorzio, che è già al lavoro anche per diventare consorzio di tutela delle denominazioni.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email